DTCoin: la truffa finale

 03/06/2017

Abbiamo già esaminato DT Coin in due precedenti articoli, e nell'ultimo articolo l'avevamo definito una truffa da peracottari, promettendo una sorpresa.

Possiamo adesso rivelare la sorpresa: l'ultima sorpresa che l'onestissimo Daniele Marinelli ci riserva nel suo gioco di bussolotti e che evidenzia quanta malafede ci sia nella sua truffa DTCoin.

Follow the money

Negli schemi piramidali, lo scopo finale è evidentemente quello di far sparire i soldi: perché quando alla fine il Ponzi scoppia, i truffati potrebbero cercare di riprendersi i soldi, anche con azioni legali.

Se però il truffatore fa girare i soldi di conto in conto, di società in società, di prestanome in prestanome, alla fine per le vittime diventerà praticamente impossibile recuperare quanto avevano investito.

Abbiamo beccato Daniele Marinelli in un tentativo (molto maldestro) di fare ESATTAMENTE questo: "smistare" i vostri soldi verso una ditta a voi probabilmente sconosciuta.

Se siete clienti di DT Network Ltd, e domani saltasse fuori che il tutto era una truffa, sarebbe inutile cercare di rivalersi contro l'azienda, perché anche se voi minacciaste di far causa DT Network Ltd, l’azienda vi risponderebbe:

Cosa vuoi da me? Tu non mi hai mai mandato soldi!

Ed è vero!

Il mistero dei bonifici scomparsi

Zitto zitto, Marinelli "devia" i vostri pagamenti per la DT Network Ltd verso un'altra azienda!

Quando avete fatto un ordine su DTCoin e avete deciso di pagare per bonifico, queste sono le informazioni per il pagamento che vi sono arrivate per email:

Vi è stato detto di fare un bonifico alla DT Network Ltd, sul suo conto IBAN IT51 M030 6938 3301 0000 0000 463

Il codice IBAN inizia con IT, quindi si tratta di un conto italiano. Niente di strano, tante ditte britanniche hanno conti bancari in Italia.

Però, analizziamo l'IBAN (ad esempio, con da ibancalculator.com) e otteniamo:

La banca destinataria risulta essere la Filiale di Cascia (PG) di Intesa San Paolo. Ora, questo comincia a diventare strano. Che una ditta britannica abbia un conto in Italia può essere, ma come mai lo apre a Cascia, un bel paesino della provincia di Perugia?

Incuriositi, cerchiamo su Google cosa ci fa DT Network a Cascia:

SORPRESA! troviamo una DT Network Srl, con sede a Cascia (PG) !

Notate la sottile differenza: non una Ltd (britannica) ma una Srl (italiana) ... si tratta di una diversa società italiana dal nome QUASI uguale ma completamente separate.

È l'ennesimo gioco di bussolotti del truffatore Marinelli: voi CREDETE di pagare la ditta britannica, ma senza che ve ne accorgiate i vostri soldi se ne vanno a un'altra ditta.

Questi i dati dalla visura societaria della DT Network Srl:

Banca Intesa vede arrivare sul conto della DT Network Srl dei bonifici dove il nome società è scritto “DT Network Ltd” invece che “DT Network Srl”. Pensando si tratti di una svista marginale, li accetta.

Adesso, i vostri soldi sono in mano a una simpatica giovanotta di cui non avevate mai sentito parlare: Annarita Piconi

Annarita Piconi: chi era costei?

Annarita Piconi è socia al 90% e amministratrice della DT Network Srl, la ditta che riceve i vostri bonifici.

(Interessante che il rimanente 10% di quote sia del nostro Daniele Marinelli, che però non ha formalmente alcun ruolo attivo nella Srl, per tenere le due aziende il più separate possibile)

È Annarita ad essere amministratrice: è lei che decide cosa fare dei soldi che arrivano, ed è lei che risponderebbe in caso di problemi.

E anche se domani voi fate causa alla Piconi, in quanto amministratrice di DT Network Srl, lei può tranquillamente rispondere:

Ma chi sei? chi ti conosce? Che impegni ho preso con te?
È vero che mi hai mandato dei soldi, ma ho mai firmato nulla io?
Che obblighi ho io verso di te? NESSUNO!

Perché voi CREDEVATE di mandare soldi alla DT Network Ltd, ma IN REALTÀ li mandavate alla DT Network Srl, ditta con nome simile ma con amministratori diversi, conti bancari diversi, e obblighi legali diversi.

In sostanza, grazie alla furbata di Daniele Marinelli avete fatto un regalo alla DT Network Srl, e alla sua simpatica amministratrice e socia al 90%, Annarita Piconi, che verso di voi non ha nessun obbligo.

Cercate di recuperare subito i vostri soldi

Se questo è quello che vi è successo, vi consiglio di fare subito una bella raccomandata alla DT Network Srl chiedendo indietro i vostri soldi, che gli avete inviato solo perché ingannati da Daniele Marinelli.

Vi ricordo i dati di DT Network Srl, presi dalla visura societaria presso la Camera di Commercio di Perugia: