DT Coin: videomessaggio di Marinelli

 05/06/2017

Dopo essere stato sputtanato nei nostri precedenti articoli, soprattutto quello in cui rivelavamo l'esistenza di una società ombra che si intasca tutti i soldi degli affiliati, Daniele Marinelli è entrato in modalità Damage Control per cercare di salvare la faccia.

E noi, che credevamo di aver concluso con DT Coin, siamo costretti nostro malgrado ad occuparci ancora di questa truffa..

Vediamo come è andata … Come prima cosa, ha fatto un giro sul sito riparando ai pasticci da peracottaro che avevamo segnalato: l'indirizzo email amministration@dtnetworkltd.com è stato corretto in administration@dtnetworkltd.com; la partita IVA che - come indicavamo - non ha senso per una ditta britannica, è stata corretta in VAT, e dove c'era il contratto da accettare, la scritta "testo da inserire" è stata sostituita da un link alla loro presentazione.

Bravo Daniele, hai fatto bene i compiti, peccato che abbiamo dovuto spiegarti tutto noi!

Per il resto ... tutto in discesa! Gli errori di ortografia e di sintassi nel suo "certificato di garanzia" sono ancora lì! Tutte la altre castronerie sono ancora lì!

Voto finale: insufficienza secca: DT Coin resta la solita roba da peracottari!

Il video-messaggio del Presidente

Ma - come abbiamo visto - tra le tante virtù di Marinelli non si trova la modestia e neppure il senso del ridicolo!

Marinelli ha pensato bene di replicare alle nostra accuse in video, con una "lettera aperta del presidente" (scusate se è poco)

A proposito di modestia: sentite cosa dice il Presidente:

Tantissimi cercheranno di smontarci, ... come hanno smontato Steve Jobs all'inizio della sua carriera, Zuckerberg, ... Enzo Ferrari!

Daniele si paragona a Steve Jobs, a Zuckerberg e a Enzo Ferrari… Roba da scompisciarsi dalle risate!

Comunque, andiamo al sodo: alla Srl che - come abbiamo rivelato - raccoglie i soldi che credevate di mandare alla DT Network Ltd.

In sostanza, Marinelli sostiene che tutto è a posto, tutto era chiaro sin dall'inizio e che "la trasparenza paga".

Ancora una volta, alle parole di Marinelli non corrispondono i fatti.

Ma andiamo con ordine: esaminiamo alcune sue affermazioni e facciamoci delle domande.

Domande che non sono per Marinelli (lui saprebbe certamente inventare qualche fandonia) ma per i suoi affiliati, ovvero - per chiamare le cose con il loro nome - per le vittime dei suoi raggiri.

Marinelli esordisce:

Sin dall'inizio noi abbiamo scelto di essere più che trasparenti: abbiamo sempre detto che titolare del progetto è la Dt Network Ltd ...
...
Abbiamo sempre detto che i nostri uffici operativi sono in Umbria, a Cascia ...

Marinelli qui gioca con l'ambiguità delle parole: parlare di "uffici operativi" è una cosa, costituire una società (sconosciuta agli affiliati) che incassa i soldi è un'altra.

Io vi faccio una domanda molto precisa:

In tutta questa trasparenza, sapevate che i vostri soldi sono andati alla DT Network Srl?
Anzi, avevate mai sentito parlare della DT Network Srl?

Marinelli prosegue:

Noi non abbiamo mai nascosto soci, indirizzi o volti:

Di nuovo una domanda precisa per le vittime: Annarita Piconi è socia al 90% e amministratrice della Srl. In buona sostanza, è a lei che avete mandato i vostri soldi. Conoscevate il suo nome o il suo volto?

Pensate o no che la Piconi, socia al 90% della società che nessuno vi aveva nominato, fosse un tantinello nascosta?

Avete mai incontrato Annamaria a qualche webinar o conferenza?

Avremmo potuto celare soci e volti, mettendo dei prestanome

Marinelli, è esattamente questo che hai fatto: hai messo un prestanome, una tizia che incassa al posto tuo.

Guardatevi il video, fatevi due risate e decidete: è stato davvero trasparente con voi il "presidente" sulla destinazione dei vostri soldi? Che senso ha che la Dt Network Ltd vi dia un certificato di garanzia se poi i vostri soldi sono in tasca alla Srl, o meglio alla Piconi?

Ma soprattutto, al di là dei toni da imbonitore, decidete voi se vi sembra che Marinelli dia davvero una buona spiegazione sul fatto centrale che - ricordiamo - resta sempre quello: Ha mandato i vostri soldi a una società di cui non vi aveva mai parlato.

Buona visione, e a voi il verdetto.

Nel frattempo, chiederemo un verdetto anche a altre persone .... Stiamo infatti preparando un esposto alla Consob, che ha voce in capitolo e che ultimamente si è dimostrata molto attiva contro queste truffe piramidali.

Peccato solo che abbia dei tempi un po' lunghetti: però non vi preoccupate, una volta mossa, prima o poi arriva!

E Paypal?

Ci siamo accorti che anche su Paypal il "presidente" ha fatto lo stesso scherzetto, deviando i pagamenti sul conto Paypal della solita ditta "ombra", la DT Network Srl.

Peccato che Paypal nel suo regolamento dica:

È vietato l'utilizzo del servizio PayPal per attività che ..... supportano schemi piramidali o Ponzi

Ma chi siamo noi per decidere? Se noi dicessimo che DT Coin è uno "schema piramidale o Ponzi", domani il presidente farebbe un'altra "lettera aperta" in cui spiega a gran voce che tutto è a posto, e che DT Coin non è assolutamente uno schema Ponzi....

Lasciamo che decida Paypal stessa: ci siamo infatti permessi di scrivere una mail all'ufficio sulle violazioni del regolamento di Paypal.

Vedremo cosa decidono loro. Io sono pronto a scommettere che - guarda caso - presto il pagamento Paypal non sarà più disponibile sul sito DT Coin.

Questo il testo della mail:

From truffacoin@tutanota.com
To: aupviolations@paypal.com
Subject: Account Paypal intestato a DT Newtork Srl ( P. IVA 03556020547 )

Buongiorno,

desiderei segnalare l'account paypal della DT Network Srl ( P. IVA 03556020547) onde possiate verificare l'eventuale utilizzo per attività fraudolente o comunque contrarie al regolamento Paypal, con particolare riferimento al punto 3(b) che vieta l'utilizzo del servizio PayPal per attività che "supportano schemi piramidali o Ponzi"

NB: In questa storia sono coinvolte 2 ditte diverse ma con nome simile, in modo da generare negli utenti una certa confusione sull'effettiva identità del destinatario dei pagamenti

1) La DT Network Ltd ( britannica, non titolare di conto Paypal ) che tramite il sito dtcoin.co.uk promuove un sistema di arricchimento con schema di marketing piramidale (presumibilmente fraudolento e illegale, certamente contrario alle AUP di Paypal)

Per maggiori dettagli sulla natura piramidale dello schema, si rinvia alla loro presentazione, scaricabile all'indirizzo: https://www.dtcoin.co.uk/download

2) La DT Network Srl ( italiana ) che sul sito dtcoin.co.uk non viene mai nominata

Tuttavia, come potrete verificare facilmente, registrandosi sul sito dtcoin.co.uk, se al momento di effettuare il pagamento si sceglie Paypal, il pagamento viene effettuato sull'account Paypal di DT Network Srl.

Ritengo questo essere contrario al succitato punto 3(b) delle AUP di Paypal

Inoltre, ritengo che il suddetto espediente possa essere stato messo in atto per ingenerare confusione nell'utente che instaura un rapporto commerciale (ancorché truffaldino) con una ditta e poi invia il denaro ad un'altra ditta, dal nome ingannevolmente simile.

Sperando in vostri solleciti provvedimenti

porgo cordiali saluti

TC

Chiudiamo con la solita raccomandazione finale:

tenetevi stretti i vostri risparmi!
Chi vi offre "opportunità" ma allo stesso tempo vi chiede soldi è spesso un truffatore!