Easy Life Srl e Onecoin

 01/11/2016
"Abbiamo ricevuto una lettera degli avvocati Andrea Strata e Michelangelo Principe.

I due legali ci scrivono in nome e per conto della Easy Life Srl, dicendo che il nostro articolo "Il conto italiano di Onecoin" è lesivo del buon nome della società Easy Life Srl.

Ci chiedono inoltre di rettificare quanto scritto e di eliminare ogni riferimento alla Easy Life.

Siamo dispiaciuti di aver leso il buon nome della Easy Life Srl, e provvederemo immediatamente a ottemperare alle loro richieste....."

Fu in quel momento che gli avvocati Strata e Principe si svegliarono di soprassalto dal loro sogno: a destarli erano state le grasse risate che provenivano dal tetro palazzo della Truffacoin Inc.

Nel cuore di quel palazzo, nella sala riunioni, attorno al lungo tavolo era seduto al completo il consiglio direttivo della Truffacoin Inc. Più che seduti, diciamo che erano "attorno" al tavolo.

Difatti, taluni erano sdraiati per terra, accanto al tavolo medesimo, e si rotolavano dalle risate.

Altri, chini sul tavolo, sghignazzavano fino a bagnare di lacrime il lucido piano di palissandro, che risuonava dei forti colpi menati dalle loro grosse mani pelose.

L'unico, in tutta la sala, a non ridere, era il direttore dell'Ufficio Legale. Il suo sguardo era terribilmente serio, fisso sulla lettera, quasi attonito, e sulla fronte erano incise profonde rughe di perplessità:

"Signori, prego, un attimo di calma. Io sono perplesso ... Non mi capacito: ma questi sono seri?"

E' così, con un pezzo di narrativa satirica, che ci è venuto spontaneo di raccontarvi quanto ci sta succedendo.

Questo il succo della lettera che abbiamo ricevuto:

In nome e per conto della nostra assistita, Easy Life Srl, .... ci riferiamo all'articolo "Il conto italiano di Onecoin" ...
L'articolo è evidentemente lesivo del buon nome della Easy Life Srl, ....

Ci riferiamo, in particolare, alle seguenti frasi:
- "Chi sono questi? Non sono i soliti 'accoliti' italiani di Onecoin (sì, Easy Life, sto parlando di voi)";
- "voi mandate i soldi a Educamax .... e nessuno potrà dire che quei soldi sono andati a Onecoin, Easy Life Srl ecc.."
...
La nostra Cliente non è affatto "accolita" di OneCoin... non avendo alcuna cointeressenza con l'azienda che produce tale criptovaluta.

Con la presente, pertanto, siamo ad intimarvi l'immediata esplicita rettifica di quanto da voi scritto .... eliminando dall'articolo in questione ogni riferimento alla Easy life

... la Easy Life Srl .... si limita a diffondere e promuovere in Italia la conoscenza e l'utilizzo della criptovaluta Onecoin.

(qui la lettera completa).

Insomma, il punto fondamentale è che noi abbiamo detto che Easy Life sarebbe "accolito" di Onecoin.

Loro replicano: "la nostra Cliente non è affatto "accolita" di OneCoin... non avendo alcuna cointeressenza con l'azienda che produce tale criptovaluta."

Il vocabolario Treccani ci informa che accolito è "chi segue assiduamente o serve qualche personaggio". [ http://www.treccani.it/vocabolario/accolito/ ]

Possiamo riconoscere che tecnicamente una società in quanto tale non può "seguire" fisicamente un'altra società, ma andiamo a vedere le persone che compongono Easy Life Srl.

Amministratore unico della Easy Life è Tommaso ZEGA.

Le quote societarie sono al 40% di Antonello NIGRO e al 60% di un'altra società, la Az.1.one Srls.

La Az.1.one Srls, a sua volta, è amministrata dallo stesso Tommaso ZEGA che ha anche il 100% delle quote.

Possiamo quindi dire che (direttamente o indirettamente) Antonello Nigro e Tommaso Zega possiedono e controllano interamente la Easy Life Srl.

Vediamo un attimo questi personaggi: hanno qualche "cointeressenza" con Onecoin?

Parliamo di Antonello Nigro, Socio di Easy Life Srl al 40%. Qui è tutto fiero di aver raggiunto il livello "Diamond" (uno dei ruoli più alti) in OneCoin

Qui lo vediamo in un selfie assieme a Pablo Munoz, nuovo amministratore di OneLife Network, la società che gestisce la parte commerciale di Onecoin.

Passiamo a Tommaso Zega, Amministratore di Easy Life Srl e (tramite az.1.one srl) detentore del rimanente 60% delle quote. Sorpresa, anche lui è Onecoin Diamond!

Qui è accanto a Ruja Ignatova, la cosdidetta "Onecoin Queen"

Insieme i nostri eroi frequentano i principali convegni OneCoin. Sui loro profili facebook li vedete viaggiare verso Londra, Dubai, Bangkok ecc.

In occasione di questi convegni, incontrano personaggi come Juha Parhiala, "team leader" del network OneCoin

Eccoli ancora assieme alla Onecoin Queen in persona, Ruja Ignatova.

Ma oltre ai viaggi intercontinentali, i nostri battono indefessamente il territorio patrio per promuovere Onecoin. Mete meno prestigiose, ma - immaginiamo - più profittevoli. Questo è - per esempio - il calendario fitto di impegni per il mese di settembre:

Avvocato Strata, Avvocato Principe, davvero vi sembra che queste persone non abbiano "cointeressenza" con Onecoin?

A noi sembra corretto concludere che Zega e Nigro “seguano assiduamente" OneCoin, e quindi continueremo a chiamarli “accoliti di Onecoin”. Date un'occhiata ai loro profili facebook!.

Tuttavia, almeno in un punto accoglieremo le vostre richieste. Effettivamente, come fa una società ad essere "accolito"? Solo una persona può "seguire assiduamente un personaggio"

Abbiamo pertanto cambiato il testo dell'articolo per quanto riguarda la frase:

Chi sono questi? Non sono i soliti 'accoliti' italiani di Onecoin (sì, Easy Life, sto parlando di voi)

precisando in:

Chi sono questi? Non sono i soliti 'accoliti' italiani di Onecoin (sì, Antonello Nigro e Tommaso Zega, soci di Easy Life, sto parlando di voi)

Meglio così?

L'altra vostra richiesta, quella di eliminare "ogni riferimento alla Easy Life", viene invece accolta con una sonora pernacchia con il nostro più fermo diniego.

Non potete far finta che Easy Life non sia associata a OneCoin, e che quindi “ogni riferimento a quest’ultima sia ingiustificato”.

In fin dei conti sono di Easy life svariati siti o domini collegati a Onecoin come onecoin-italia.biz, onecoin-italia.info, onelife-italia.it

E soprattutto, non potete far finta che la Easy Life Srl, tramite i suoi soci e/o rappresentanti o tramite siti e/o profili facebook a essa collegati, sia strumento, oltre che della "promozione e sviluppo", anche di sostegno alla vendita dei pacchetti di investimento Onecoin.

Secondo noi, rischiano un po'. In fin dei conti, la promozione e l'intermediazione finanziaria sono regolamentati.

Certo, qualcuno esperto di legge li avrà consigliati di parlare in modo da far pensare solo a formazione, consulenza ecc.

Però, sapete com'è ... convincere la gente a spendere migliaia di euro in "pacchetti formativi" non è facile.

E quindi, per entusiasmare il pollo, ogni tanto uno si sbilancia un po', e parla in termini strettamente finanziari, parla di investimenti che ("garantito!") si raddoppiano, ecc. ecc. ecc.

Insomma, dice cose che assomigliano parecchio all'attività di promoter.

Poi, fate un po' voi. Siete voi gli avvocati. Se servisse, noi possiamo provare le nostre affermazioni in ogni sede necessaria.