Da oggi è illegale promuovere Onecoin

 30/12/2016
Aggiornamento del 08/01/2017: I truffatori di Onecoin hanno emesso un comunicato sulla faccenda, dove fanno capire che la ditta diffidata c'entra poco o nulla con Onecoin. Leggete la nostra precisazione al riguardo prima di sentirvi troppo sicuri

E’ stato pubblicato sul sito dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato il provvedimento in cui si ordina la sospensione delle attività di vendita e promozione di Onecoin. Qui il provvedimento sul sito agcm.it

Controparti del provvedimento sono alcuni distributori di Onecoin in Italia e (cosa fondamentale) la One Services Network Ltd stessa, ovvero la “casa madre” bulgara.

Sottolineiamo che la cosa è fondamentale perché colpendo la casa madre si può escludere che altri truffatori continuino a vendere Onecoin con la scusa “a noi l’Autorità non ha ordinato nulla”.

La Ruja Ignatova, la famigerata inventrice di Onecoin (o chi per lei) ha provato a difendersi aggiungendo ulteriore ridicolo:

La società One Network Services Ltd., ha eccepito preliminarmente che il testo della comunicazione di avvio avrebbe dovuto essere trasmesso in lingua bulgara in ossequio a quanto previsto dalla convenzione dei Diritti Umani (New York 1966)

E’ inutile dire che l’Autorità non ha tenuto in conto questa barzelletta e ha concluso ordinando che tutte le parti

sospendano ogni attività diretta a alla promozione ed alla diffusione della criptomoneta OneCoin e dei pacchetti di formazione ad essa collegati;
….
Ai sensi dell’art. 27, comma 12, del Codice del Consumo, in caso di inottemperanza alla presente delibera l'Autorità applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000 a 5.000.000 euro.

Anche Antonello Nigro e Tommaso Zega (nostre vecchie conoscenze che ci hanno fatto scrivere dai loro provetti avvocati) sono corsi ai ripari oscurando il loro sito www.onelife-italia.it e iniziando una certosina opera di ripulitura dei loro profili facebook di ogni menzione della truffa Onecoin.

Attendiamo fiduciosi un commento da parte degli avvocati Strata e Principe, che in tante loro lettere e nel loro libro sulle criptovalute hanno difeso Onecoin.

Ai nostri lettori auguriamo un buon anno, a tutti i promotori Onecoin invece diciamo (in bulgaro, visto che loro preferiscono così):

омитай се