Spinella al bivio

 24/12/2016

Da quando l’altro giorno abbiamo pubblicato il nostro articolo su Dinastycoin, è scoppiato il finimondo.

Decine di post su facebook e su vari forum, flame a non finire, minacce di denunce, querele e cause per violazione dei diritti umani …. ce n’è per tutti i gusti!

Affrontiamo per prime le 4 domande a Spinella che lamentavamo essre rimaste senza risposta. Dopo un certo scambio di email, abbiamo qualche risposta!

1) Dove è situata la vostra mining farm?

In pratica, loro sub-affittano server cloud (che a quanto abbiamo avuto modo di appurare prende in affitto dal cloud Aruba)

Questo fa sì che la nostra domanda ...

3) Si possono vedere foto della mining farm?

... non si applichi più, dato che una serie di server cloud sono effettivamente un po’ difficili da fotografare

Più interessanti le domande sulla potenza di calcolo dei server e della rete:

4) A che potenza di hashing (MH/s) corrispondono i vari pacchetti di cloud mining che vendete?

La sua risposta:

1GB RAm 1cpu = 4.8 H/s
1GB Ram 2Cpu= 5 H/s
2GB RAm 2CPU= 5.2 H/s
16 GB 4CPU con circa 17 H/s

 

2) Che potenza di hashing totale (MH/s) ha DinastyCoin al momento?

Qui la confusione regna suprema. Alla fine la sua risposta è stata “circa 80MHz”.

Anche supponendo si tratti di un errore di battitura per MH/s, questa è una cifra implausibile: ci vorrebbero decine di migliaia di server come quelli descritti sopra per arrivare a quella potenza.

Parlando di hashing power, Spinella fa un’interessante precisazione:

sarebbe una migliore domanda conoscere il premio che ciascuno puo ottenere in base al suo hash rate.

Le faccio un esempio aggiornato a stamattina di un PC w2000 64bit con 1GB e 1CPU che lavora 24 ore premio = (0,004Kh/s * 4042) /166730) * 3600 che corrispondono oggi a circa 0,349DCY/ora

In pratica, un server davvero minimo potrebbe minare circa 0,349 DCY all'ora, ovvero 8.4 DCY al giorno, cioè più di 3.000 DCY all’anno.

Al cambio proposto da Spinella di 1 DCY=1 Euro, sono 3.000 euro all’anno.

Considerando che un server del genere si può affittare nel cloud di Aruba per circa 60 Euro all’anno è chiaro che questa cifra è enormemente appetibile.

Perché il mercato si lascia sfuggire questa occasione?

Perché la sua cryptocoin non viene minata da speculatori, che si mettono a minare per conto loro, e diventano ricchi, come ai bei vecchi tempi del bitcoin?

In fin dei conti, spinella dice la Dinastycoin è decentralizzata, e che nessuno la può controllare.

C’è qualcosa che non torna.

Il mercato è una brutta bestia, e non ha rispetto per nessuno. Se vede una ghiotta occasione, ci si butta sopra senza riguardi per i principi e per le comunità.

Perché in questo caso questo non succede?

Perché Spinella cerca di proteggere la sua valuta, ad esempio con tariffe di ingresso sul mining e rimandando il lancio sul mercato dei cambi fino a quando la sua econmia non sia cresciuta abbastanza da sostenere (ipoteticamente) il poco realistico cambio di 1 DCY = 1 Euro.

In pratica, vuole stare sul mercato quando gli conviene, ma starne fuori quando non gli conviene.

Ma non è così che funziona in economia.

Non è così che ci si può comportare con il mercato: o sei dentro, o sei fuori. Pillola blu, o pillola rossa, e tutte quelle storie lì. Tutti i tentativi di mercati monetari protezionistici sono finiti male.

Spinella al bivio

Spinella si trova a questo punto a un bivio.

Se vuole affrontare il libero mercato, deve farlo in modo coerente.

Se vuole che Dinastycoin resti una valuta complementare in uso solo nella sua comunità, deve farlo in modo coerente.

E quando parliamo di coerenza, non è semplicemente una figura retorica. E’ il fatto che una comunità, e sopratutto una valuta, deve essere pilotata con una strategia chiara per evitare i disastri.

E la coerenza non è il forte di Spinella. Di seguito una significativa antologia che evidenzia come proprio sul punto "dentro o fuori dal mercato" Spinella non la conti giusta, o per lo meno sia un po' confuso:

Chi decide il valore di dinastycoin

Lo gestisce Spinella, o la sua comunità
Il valore del Dinastycoin non scenderà sotto 1 euro perché e’ gestito in accordo da tutta la comunità Dinasty of Freedom. [fonte].
Lo gestisce il mercato
Quando il mercato internazionale si accorgera’ della stabilita’ del valore del dinastycoin e della possibilita’ di poterlo utilizzare in tantissimi negozi, ci sara’ il boom di richieste che potranno far salire anche rapidamente il valore. [fonte]

Dinastycoin è una vera criptovaluta

Dinasty è anonima e decentralizzata, senza che nessuno la possa controllare
DinastyCoin è una criptovaluta anonima e decentralizzata, ovvero una moneta digitale sicura con metodologia peer-to-peer, non controllata da governi, banche o altre istituzioni. [fonte]
Spinella controlla il mining, escludendo quelli che non seguono le sue direttive
La regola di base che deve essere rispettata da tutti i membri Dinasty of freedom che metteranno in vendita i Loro Dinastycoin di non scendere MAI sotto l’euro o sotto 1,12 Dollari, pena esclusione dalle future minazioni. [fonte]

La licenza per il mining è gratuita

Qua Spinella riesce a contraddirsi nella stessa frase.
Puoi richiedere una licenza di Minazione gratuita per poter lavorare per ora 10 Minuti al giorno gratuitamente per sempre con il tuo PC la licenza costa 100Dinastycoin.
[fonte]

Dinastycoin è egualitaria, tutti i miner sono uguali

Il mining è un processo di voto, libero e ugualmente aperto per tutti
La prova egualitaria del lavoro
Il proof of Work usato anche dal Bitcoin è in realtà un sistema di voto.
...
è importante che durante il processo di voto tutti i partecipanti abbiano uguale diritto di voto. [fonte]
Nel mining chi pagato per essere membro di rango alto conta molto di più
Puoi richiedere una licenza di Minazione gratuita per poter lavorare per ora 10 Minuti al giorno gratuitamente per sempre con il tuo PC la licenza costa 100Dinastycoin.
Puoi estrarre per un tempo superiore acquistando altri Dinastycoin in pacchetti da 160 sino a 10.000 per fare da 30 minuti sino a 24 ore. [fonte]

Vedete adesso il dilemma in cui si trova Spinella?

E il vero problema è che per lui non ci sono scelte che non portino al disastro...

Se affrontasse il mercato, Dinastycoin verrebbe ditrutta in pochi giorni: eventuali speculatori o membri meno convinti della comunità venderebbero i DCY al prezzo di liquidazione, abbattendo drasticamente il prezzo del DCY ignorando il fatto di essere in futuro esclusi dal mining e portando alla morte l’esperimento.

Se tenesse Dinastycoin solo come valuta complementare della sua comunità (adottando altre misure protezionistiche), nessuno affitterebbe più i suoi miner, dato che dire “Dinastycoin è scambiabile alla pari con l’Euro” ha un certo appeal per i nuovi membri attirati dai discorsi stile "rendita passiva"

Un visionario in buona fede?

Qualcuno in giro per il web dice cose del genere:

Spinella in fin dei conti è in buona fede, è un visionario dalle idee eccentriche, ma per lo meno è in buona fede!

Noi abbiamo i nostri dubbi. DinastyCoin non è l’unica avventura di network marketing in cui Spinella si sia cacciato, e svariate delle avventure in cui ha trascinato la gente erano veri e propri schemi Ponzi.

Spinella e Conlingus

Negli anni passati, Spinella si è dato da fare nella promozione del Ponzi Conlingus. Questo ad esempio un evento da lui organizzato su Facebook su Coinlingus:

Conlingus è uno dei soliti schemi piramidali, fondato dai fratelli Steinkeller.

Potete leggere qui più notizie: http://businessdacasanews.com/conligus-e-onecoin-truffa/ , il succo della storia è che quando lo schema Ponzi ha iniziato a scricchiolare gli abili Steinkeller hanno “fuso” Conlingus con Onecoin, dove tutt’ora lavorano a truffare la gente facendosi dei bei soldini.

Spinella, che ci dice del suo coinvolgimento con la truffa Conlingus? Che ne pensa del fatto che quel coinlingus per cui organizzava webinar adesso è una “costola” di Onecoin, proprio una di quelle finte critovalute che lei dice di detestare tanto?

Spinella e Bonofa

Spinella ha lavorato anche alla promozione di Bonofa. Questa una schermata dal suo canale Youtube:

Come è finito Bonofa? E’ finita con truffe, con gente che ci ha rimesso i risparmi e addirittura con arresti ( https://www.mlmzoom.it/news/bonofa-arresti/ )

Spinella, che ci dice del suo coinvolgimento con la truffa Bonofa?

Spinella e Vizinova

Ultimo esempio: Spinella ha promosso attivamente un altro schema piramidale truffaldino, il famigerato “Vizinova”, che avrebbe reso tutti ricchi con la sua valuta interna, i vizicoins.

Questa una sua presentazione sull’argomento:

Questo uno screenshot dal sito vizinovaworldteam.com (ora defunto) che Spinella gestiva all’epoca:

Gutenberg Dos Santos e Renato Rodriguez, i leader fondatori di Vizinova, che Spinella menziona sopra, hanno un pedigree di tutto rispetto nel campo dei Ponzi online.

Il “colpo” meglio riuscito ai nostri è stato WCM777. Senza tediare i nostri lettori, basta dire che la SEC (la Consob statunitense) li ha bloccati come schema Ponzi da 65 milioni di dollari.

Se volete vedere Renato Rodriguez in faccia, lo vedete in questo servizio di UnoNoticias, girato nel 2013, quando la Superintendencia de Sociedades (l’equivalente Colombiano della Consob) ha chiuso WCM777

Renato Rodriguez, vista la mala parata, si è “trasferito” a Dubai (paese notoriamente poco incline all'estradizione), e da allora ha lanciato altri Ponzi che nel frattempo sono scoppiati, come Kingdom777 e più tardi Vizinova, quello in cui ha operato Spinella.

Ora, a tutti coloro che pensano “Spinella è in buona fede”, faccio presente che quel video è del 2013, e che quindi il coinvolgimento di Rodriguez e Dos Santos in truffe Ponzi era noto, e che Vizinova era del tutto simile alle loro truffe precedenti.

Perché Spinella si mette a promuovere questa truffa nel 2014, quando tutto era abbastanza chiaro?

Era forse in buona fede quando si vantava:

il blog è ufficiale ed è approvato dai Leader fondatori di VIZINOVA, Gutenberg Dos Santos e Renato Rodriguez?

Se fosse stato in buona fede, adesso che Vizinova è scoppiato, ci si sarebbe dovuti aspettare una lettera di scuse, un avvertimento a tutti i suoi reclutati, una spiegazione di qualche tipo.

Al contrario, Spinella ha tolto tutte le menzioni di Vizinova e di Vizicoin dai suoi siti, e su quel punto vola basso.

Vi sembra in buona fede? Visti i suoi numerosi precedente con truffe Ponzi truffaldine, la nostra impressione è che Spinella (se ci permettete la battuta) abbia perso il pelo ma non i vizicoin.

Buon Natale a tutti!